Ras Mohammed

Ras Mohammed è un tratto di costa dell’Egitto che si trova tra il Golfo di Suez e il golfo di Aqaba, nella parte meridionale della regione del Sinai a circa venti chilometri dalla famosa località turistica di Sharm el Sheikh.

Secondo la tradizione cattolica e quanto scritto nella Bibbia, il tratto do costa di Ras Mohammed è quello in cui le acque del Mar Rosso si sono divise permettendo agli Ebrei guidati da Mosè di uscire dalla schiavitù a cui erano costretti in Egitto e recarsi così nella terra promessa dal Signore.
Per la peculiarità, la bellezza e l’importanza degli ecosistemi marini e non, che si trovano lungo questo tratto di costa, esso è stato riconosciuto come area naturalistica protetta nel 1989.

Le lunghe spiagge dorate si affacciano sulle acque turchesi e cristalline del Mar Rosso. La natura regala scenari mozzafiato, basta pensare che il mare di Ras Mohammed ospita oltre 200 specie di coralli, tra cui ci sono i cosiddetti “coralli molli”, mille diverse razze di pesce, 40 specie di stelle di mare, 25 specie di ricci, 100 di molluschi, 150 diversi crostacei, la tartaruga verde e la tartaruga becco di falco.
Con fondali così ricchi e variegati è quasi obbligatori fare escursioni in barca, fare snorkeling e immersioni per osservare da vicino tutto questo incredibile tesoro naturale.

Anche la parte interna della costa di Ras Mohammed, però, offre paesaggi desertici eccezionali e ospita una fauna e una flora altrettanto ricca e variegata. Tra le specie animali rare del parco ci sono le gazzelle Dorcas, gli stambecchi della Nubia, le volpi rosse a cui si aggiungono numerose razze di uccelli migratori diretti dal freddo dell’Europa verso il clima caldo del centro Africa che si fermano nel parco solo poco tempo.

La costa di Ras Mohammed vanta 85 specie diverse di piante, arbusti e alberi. La pianta più spettacolare e tipica è quella delle mangrovie, alberi “galleggianti” con grandi foglie di colore verde o bordeaux e con strane radici che fuoriescono dall’acqua formando un intreccio legnoso molto particolare.
Le mangrovie sono tipiche dell’Egitto e la loro crescita a cespugli e le radici sollevate sul livello dell’acqua permettono il formarsi di laghetti incontaminati davvero suggestivi.

Considerando lo straordinario valore della costa di Ras Mohammed, questa non è tutta visitabile dall’uomo che, nello specifico, può ammirare solo il 12 percento della superficie complessiva. Questa restrizione da parte del governo egiziano e di chi gestisce il parco di Ras Mohammed è stata quasi obbligatoria per poter tutelare la natura e non lasciare che il turismo e le attività dell’uomo deturpassero questa splendida natura.